pop guides

Barcellona

l’Eldorado gaudente d’Europa

Pensare ad una vacanza in Spagna fa immediatamente venire in mente Barcellona. Il capoluogo della Catalogna è infatti la città iberica che più si adatta a qualunque esigenza: dall’itinerario artistico che ripercorre la storia culturale spagnola dal medioevo ai giorni nostri, fino ad arrivare alle meravigliose spiagge, dalla rinomata movida notturna fino alle prelibatezze culinarie, Barcellona è meta ideale per tutte le età. In questa guida vedremo insieme come organizzare il tuo viaggio al meglio verso la capitale della Catalonya e a quali bellezze non puoi proprio rinunciare una volta in loco.

Come arrivare e muoversi a Barcellona

L’aeroporto più vicino a Barcellona è El Prat de Llobregat, situato a poco meno di 15 km. Tuttavia ti consigliamo di controllare su Expedia (link per monitorare orari e prezzi) anche gli aeroporti di Girona e Raus. Si trovano a oltre 100 km ma presentano almeno un paio di vantaggi, in termini di risparmio e di bellezza delle omonime località. Girona, anzitutto, è davvero una splendida cittadina che merita un giro turistico; puoi approfittare di uno dei tanti voli low cost di Ryanair, ad esempio, per fermarti un paio di giorni. Una navetta aeroportuale ti condurrà in centro, dove potrai sostare al fantastico Hotel Costabella (qui per prenotare) o al Ciutat de Girona (link per ulteriori informazioni) e scoprire questo piccolo gioiello prima di addentrarti a Barcellona. Gli hotel sono in genere piuttosto economici e superaccessoriati, e la città si gira comodamente a piedi. Se invece sei diretto a Barcellona, ci sono molti autobus che in circa due ore ti portano in centro. Anche l’aeroporto di Raus è base di molte compagnie low cost, ma non ha il servizio navetta diretta verso Barcellona: dal terminal dovrai prendere un autobus che ti porta alla cittadina di Raus, e da qui un ulteriore mezzo che ti porti al capoluogo catalano. Insomma, conviene prestare particolare attenzione per capire se il risparmio sia effettivo, ma se non vuoi perdere troppo tempo tra calcolatrice e motori di ricerca ti conviene senza dubbio puntare sui tanti pacchetti volo+hotel di Easyjet Holidays (qui trovi alcune proposte) tramite i quali puoi anche noleggiare un’auto e assicurare la tua vacanza.
Per muoverti a Barcellona puoi scegliere la Barcellona Card o la Hola BCN: entrambe ti garantiscono il trasporto illimitato sui mezzi pubblici inclusi gli spostamenti per gli aeroporti, ma la seconda, più economica, non comprende attrazioni gratuite né ingressi scontati che invece sono previsti dalla prima, compensando però con la possibilità di saltare la fila per accedere ad alcuni luoghi di interesse.

Hotel e appartamenti a Barcellona



Prenota ora il tuo hotel a Barcellona

Booking.com

Se hai a disposizione una macchina o una moto a noleggio, ti consigliamo senza pensarci due volte la soluzione più particolare e originale: il Motor Yacht Boatel (link di prenotazione), a sei km da Barcellona. Come si intuisce già dal nome, altro non è che un lussoso yatch con barbecue, arredamento ricercato, connessione wi-fi, a pochi minuti da spiaggia, ristoranti e negozi: perfetto per chi vuole godersi sole e mare senza rinunciare alla vicinanza della città. In centro si trova invece il Turismo Urbano (qui per tipologie di camera), a pochi minuti dalle Rambles e dalla metro, che offre un comodo servizio per la prenotazione e la gestione delle escursioni. Nello stesso quartiere si trova il Plaza Catalunya (link per prenotare), più economico ma accogliente e con stanze dotate di climatizzatore e bagno privato, vicinissimo al celebre centro commerciale El Corte Inglés.
Se preferisci una soluzione in appartamento ti consigliamo l’Enjoybarcelona Apartments (qui per scegliere le camere), affacciato su Plaza Mayor e sul pittoresco mercato della Boqueria: la posizione caratteristica nel cuore della città vecchia ti farà innamorare. Altro delizioso albergo è l’Hotel Santa Marta (qui per controllare la disponibilità), nel cuore più antico di Barcellona, il Quartiere Gotico, che consente l’accesso agli animali senza supplemento.
Per il tuo soggiorno di lusso troverai perfetto il Passeig de Gràcia (link per la prenotazione): i suoi appartamenti in stile minimalista dispongono tutti i comfort di cui hai bisogno e di deliziose terrazze con viste mozzafiato sulle principali strade di Barcellona. E se non badi a spese dai un occhio al Catalonia Magdalenes (qui puoi vedere qualche foto e prenotare), un hotel da favola immerso nel centro storico, con spa, piscina, ottima colazione e aperitivo incluso nel prezzo, e personale sempre a tua disposizione per ogni esigenza.

Cosa vedere a Barcellona

Non si può dire di aver visto Barcellona senza ammirare la Sagrada Familia, capolavoro incompiuto di Gaudì. Tutto affascina di questa struttura neogotica, l’altezza, le guglie, le vetrate e soprattutto la cripta. Ti consigliamo di visitarla soprattutto la sera, sia per evitare l’interminabile fila diurna, sia per la particolare bellezza delle luci. Altro capolavoro del più alto rappresentate di Barcellona è la Pedrera, già Casa Milà. Anche qui Gaudì fa sfoggio del suo modernismo, con il largo impiego di linee curve, decorazioni zoomorfe e sempre grande attenzione all’elemento luce.
Altro punto cardine della città è il Museo di Picasso. All’interno la collezione ospita alcune tra le più celebri opere del maestro spagnolo, soprattutto quelle della formazione e della giovinezza, come Margot, Arlecchino e Las Meninas, nonché la maggior parte delle tele del periodo blu come Gli indifesi. Il biglietto costa 11€, ma è gratuito per gli studenti.

Una sosta al Parc de la Ciutadella per un pic nic è d’obbligo: tra i prati e gli alberi, questo celebre parco riserva molte sorprese, come la meravigliosa fontana di Gaudì, lo zoo, il laghetto navigabile e gli edifici del parlamento catalano. Rimanendo in tema di fontane, proseguiamo con la famosa Fontana Magica di Montjuic, vicino al Palazzo Nazionale che ospita il Museo d’Arte Catalana: qui ogni sera vengono offerti al pubblico, e gratuitamente, spettacoli ogni venti minuti, con giochi d’acqua, luce e musica da togliere il fiato. Con un po’ di fortuna potrai gustare la celebre “Barcellona” interpretata da Freddie Mercury e Montserrat Caballe.

Il gusto architettonico catalano è magistralmente riassunto nella Cattedrale, splendido esempio di gotico. Dedicata alla Santa Croce e alla patrona cittadina, Sant’Eulalia, questo edificio ha avuto una lunga genesi di quasi sei secoli; ti suggeriamo di dedicare un po’ di tempo alla Cattedrale e al suo chiostro, e in particolar modo alle Sale Capitolari, oggi mausoleo. Una delle icone barcelonete sono sicuramente le rambles (in catalano, ramblas in castigliano): in realtà si tratta di un unico, lungo viale di un km e mezzo diviso in tratti, le rambles appunto. Attraverso questa via si può esplorare una buona fetta di città, dal silenzioso e quasi magico Barrio Gotico, uno dei quartieri più antichi, ricco di negozi e mercati d’antiquariato, al Palacio de la Virreina e al vivace Mercato della Boqueria, passando per piazze animate da artisti da strada e turisti, dal Teatro Liceu fino alla famosa statua dedicata a Cristoforo Colombo.
Ti consigliamo anche un giro con la funicolare di Tibidabo, sul caratteristico mezzo art deco attivo da oltre un secolo; arrivati sulla cima dell’omonimo monte c’è spazio sia per il sacro, con il Tempio Espiatorio del Sacro Cuore di Gesù, che per il profano, con un enorme parco divertimenti, il secondo più antico in Europa. Infine non puoi non fare un salto a Camp Nou, lo stadio del Barça con annesso museo dove potrai trovare i trofei e respirare la storia di uno dei più grandi club calcistici di tutti i tempi.

La vida nocturna

Barcellona non dorme mai. La città è disseminata di discoteche e after-hour: da mezzanotte a mattina inoltrata puoi vivere una tipica notte bianca all’insegna del divertimento. Ciò avviene perché qui, come in quasi tutto il sud Europa, si cena tardi, usualmente non prima delle 23; per quanto riguarda la cena, Barcellona, pur essendo turistica, è davvero economica. Con meno di 10€ puoi gustare la caratteristica butifarra catalana (un tipo di salsiccia) con contorno di fagioli, accompagnata da torradas (bruschette large size) e ottime pinte di birra. Infine nachos, tacos, patatas bravas e paella non possono mancare nel tuo menù catalano: rimarrai stupito dai particolari sapori della cucina locale.
Dopo il desinare, via in strada a ir de copas, andare cioè da un locale all’altro. Barcellona infatti ha la fama di città festaiola, e noterai tu stesso quanto ciò sia vero. Soprattutto i discobar vengono ogni notte presi d’assalto da giovani (ma non solo) e turisti, senza dimenticare i beach club, quasi tutti con ingresso gratuito: qui è per lo più la musica elettronica a farla da padrone, soprattutto nel quartiere Eixample. Per una serata più tranquilla ti consigliamo invece l’ultima novità trendy di Barcellona, ovvero locali come So_Da e Pilè 43 un po’ discobar e un po’ boutique, con un tocco hippy che siamo sicuri solleticherà il tuo buon gusto, tra note ambient e lounge.
Per finire, anche se non si direbbe Barcellona ha una prorompente anima Jazz. Sede di un importante Jazz Festival, è intessuta di club e pub che propongono calde serate con musica dal vivo, ed è anche facile imbattersi per strada in concerti improvvisati da musicisti e studenti del conservatorio. Nella zona di Port Olimpic si vive invece una movida più raffinata; qui sul lungomare si raduna la popolazione più chic di Barcellona, nei tanti ristoranti e locali all’insegna del design e delle nuove tendenze, il tutto dominato dai due maestosi grattacieli.

Perché visitare Barcellona

Barcellona è un ordinato guazzabuglio, e questo ossimoro permette a chiunque di apprezzarla e amarla, con il suo dinamismo sempre all’avanguardia. Tra la costante ricerca del bello e dell’artisticità in ogni cosa da un lato, e l’inclinazione alla fiesta dall’altro, troverai inimitabile il fascino fuori dal tempo della città.
Tutto ciò che trovi a Barcellona è offerto dai suoi abitanti con tale gentilezza e orgoglio cittadino che non potrai non socializzare con almeno un barceloneta durante la tua vacanza. Quello che forse colpisce più di questa eclettica città è proprio la dimensione europea, che però non diventa mai totalizzante e spersonalizzante, ma viene sempre coniugata alla forte identità catalana. Nella maggior parte delle indicazioni, ad esempio, troverai la lingua castigliana (quella che normalmente chiamiamo “spagnola”) e la catalana, quasi mai l’inglese: puoi parlare in italiano e sentirti a casa, la maggior parte degli abitanti, soprattutto i gestori della ristorazione, parlano e capiscono perfettamente la nostra lingua.
A questo punto, l’unica cosa che ti resta da fare è prenotare la tua vacanza a Barcellona, la città in cui il giorno non finisce mai del tutto.

AMAZON MODA

SCONTI FINO AL 70%