pop guides

Berlino

I due volti della storia

La prima sensazione che si ha entrando a Berlino è di smarrimento: passato, presente e futuro si mescolano, l’uno accanto all’altro e l’uno nell’altro, creando quello che, due secoli fa, lo spirito romantico nazionale avrebbe chiamato “perturbante”. La memoria da non perdere e le braccia continuamente tese al domani sono infatti le due anime che muovono la città e i suoi abitanti, e in un’intricata rete di rimandi, vecchio e nuovo si affrontano alla ricerca di una sintesi di heideggeriana ascendenza. Si arriva a Berlino con grossi punti interrogativi, e si va via con dei puntini di sospensione: la città è infatti ancora in continuo mutamento, architetture private e civili vengono rinnovate in un modo perpetuo, e Berlino risulta quindi sempre uguale a se stessa e al contempo in perpetuo divenire. Sperando di averti incuriosito, vediamo subito come organizzare il tuo viaggio in questa splendida capitale.

Come arrivare a Berlino

L'Aeroporto di Berlino-Schönefeld è raggiunto da molte compagnie aeree low cost, anche dall’Italia. Puoi confrontare i prezzi e gli orari dei voli su Expedia, optando per il miglior rapporto qualità/prezzo e controllando se c’è un volo diretto dall’aeroporto più vicino a casa tua. Se non hai molto tempo da dedicare alla pianificazione della tua vacanza, sicuramente la soluzione più indicata è quella di acquistare un pacchetto all inclusive volo+hotel, prenotabile in pochi click sia nel portale della sopracitata expedia che su Easyjet Holidays.
Easyjet Holidays contiene inoltre molte informazioni e curiosità sulla città di cui prendere nota prima di partire, e permette di risparmiare notevolmente sui costi generali della vacanza rispetto a quello che spenderesti in una tradizionale agenzia di viaggio. Se invece hai già prenotato il tuo volo ma l’orario d’arrivo è proibitivo per recarti subito in città, puoi riposare le affaticate membra in uno dei tanti hotel ubicati in prossimità dell’aeroporto: a questo proposito puoi dare una sbirciata al Dorint Adlershof Hotel, che offre tra i tanti servizi la cancellazione gratuita e la colazione inclusa nel prezzo, e all’Azimut Hotel City South Berling, con reception aperta 24 ore su 24.

Hotel e appartamenti a Berlino



Prenota ora il tuo hotel a Berlino

Booking.com

Situato nel quartiere centrale di Mitte, il Meininger Hotel (qui per prenotare) è uno tra i più apprezzati dai turisti; le camere hanno tutte il bagno privato, wi-fi e sono ammessi gli animali. Costituisce un’ottima base per la visita della città, a due passi dal Reichstag e dal Museo Hamburger Bahnhof. Sulla stessa scia di modernità d’interni ti consigliamo l’NH Berlin Mitte (link), vicinissimo alla via dello shopping Friedrichstraße e alla Porta di Brandeburgo; l’albergo dispone anche di palestra e di sala benessere, area fumatori e camere anallergiche. Per la tua vacanza da favola è perfetto il lussuoso Riu Plaza Berlin (puoi vedere qui qualche foto e prenotare), vicino alla metropolitana e al centro commerciale KaDeWe; punto di forza dell’hotel è certamente il ristorante, la cui qualità e la varietà delle cucine ti farà apprezzare una buona cena in loco. Se invece vuoi risparmiare sul soggiorno, una valida alternativa è costituita dai New Green Apartments (qui per prenotare), situati nel cuore di Berlino e vicini all’Isola dei musei. L’Hotel Haubach (link per le specifiche) si trova invece in posizione più defilata, comunque vicino ad una stazione di metropolitana, nonché al meraviglioso castello di Charlottenburg e al Deutsche Oper Berlin, e associa prezzi vantaggiosi alla qualità delle sistemazioni. A pochi minuti dalla stazione centrale troverai l’Hotel-Pension Am Schloss Bellevue (qui per altre info), tra i cui servizi vanta tv via cavo, parcheggio gratuito e noleggio biciclette; la gentilezza del suo staff è tra i punti a favore più apprezzati dai suoi ospiti. Infine, l’Hotel Nova (che trovi qui) offre tantissime tipologie di camere, tutte molto spaziose e luminose, assistenza per visite guidate e acquisto biglietti.

Come muoversi a Berlino

La metropolitana è il mezzo migliore per esplorare la città. Berlino è divisa in tre zone, A, B e C, ma per una visita turistica basterà un abbonamento giornaliero o settimanale (30€) valido per le prime due zone (quelle più ricche di luoghi d’interesse), o ancora meglio la Berlin Welcome Card, al costo di 32,50€ per 4 giorni di trasporto illimitato. La card include anche la possibilità si saltare le file ai musei e nei luoghi d’interesse, avere sconti sui biglietti e sui tour organizzati, nonché in ristoranti e gastronomie. È acquistabile on line, in aeroporto o negli infopoint cittadini.

Cosa vedere a Berlino

Il muro e l’East Side Gallery: memoria e barriere

Tanti anni ormai ci separano dalla storica caduta del Muro di Berlino, ma diverse tracce sono ancora ravvisabili; l’intero perimetro è stato ricostruito da ciottoli, che ne percorrono interamente gli oltre 100 km. Obbligatorio vedere almeno il pezzo che vanta la cosiddetta East Side Gallery, una vera e propria “mostra” di street art sul muro, tra cui spicca il celebre bacio tra Brežnev e Honecker.

Alexanderplatz

a Berlino senza vedere Alexanderplatz, collocata nell’ex parte est della città e quindi in stile sovietico. Una menzione meritano due strutture della piazza: il Weltzeituhr, l’orologio che segna il tempo di tutto il mondo e la simbolica Fontana dell’amicizia Internazionale.

L’isola dei musei

È collocata sul fiume Sprea e accessibile tramite il grandioso Ponte del Castello e ospita molti musei tra i più grandi non solo del Paese ma del mondo. Tra tutti ti consigliamo di fare un giro all’Altes Museum, con la sua ricca collezione di manufatti e reperti archeologici dell’antichità, e al Pergamon Museum, famoso per le ricostruzioni archeologiche in grandi dimensioni, come l’altare di Pergamo da cui prende il nome, la Porta di Mileto e la Stanza di Aleppo.

Zitadelle Spandau

La meravigliosa cittadella di Spandau è tra le più antiche e meglio conservate fortezze d’Europa. Suggestiva la vista sui fiumi, ma la particolarità di questo ex carcere sono gli oltre diecimila pipistrelli che in inverno lo abitano, e che si possono vedere grazie ad un tour appositamente pensato.

Il muro e l’East Side Gallery: memoria e barriere

Tanti anni ormai ci separano dalla storica caduta del Muro di Berlino, ma diverse tracce sono ancora ravvisabili; l’intero perimetro è stato ricostruito da ciottoli, che ne percorrono interamente gli oltre 100 km. Obbligatorio vedere almeno il pezzo che vanta la cosiddetta East Side Gallery, una vera e propria “mostra” di street art sul muro, tra cui spicca il celebre bacio tra Brežnev e Honecker.

La Chiesa del Kaiser

Questa chiesa salta subito all’occhio per la sua tragicità e decadenza; dopo i bombardamenti della seconda guerra mondiale, infatti, non è stata ricostruita a memoria degli orrori causati dai conflitti. Lo stile neoromanico ha il suo acme nella maestosa torre, mentre all’interno ammirerai il tetto liberty con gli affreschi ancora ben visibili raffiguranti la famiglia Hoenzollern.

La Gemäldegalerie

È il museo più importante di Berlino, tra cui spiccano le tele di Dürer, Botticelli, Masaccio, Mantegna, Rembrandt, la cui collezione qui posta è la più ricca e importante al mondo, e Van Eyck. Affascinante nella sua particolarità il contrasto tra la storia delle opere e l’esterno che le ospita, il modernissimo complesso Kulturforum, vero e proprio centro culturale della città.

Il Reichstag

Oggi sede del Parlamento tedesco, il palazzo ha una tormentata storia di distruzione, spostamenti, incendi e rimaneggiamenti; quello che infatti possiamo ammirare oggi è l’ultimo esito delle ristrutturazioni degli anni ’90. La sua peculiarità è la cupola in vetro, accessibile tramite una passerella a spirale, che dà l’accesso ad una terrazza con vista mozzafiato sul Tiergarten, lo stupendo polmone verde di Berlino ricco di boschi, ponti, laghi artificiali e sede del celeberrimo Zoo di Berlino.

La Reggia di Sanssouci

Si trova in realtà fuori Berlino, a circa 40 km, ma è facilmente raggiungibile con i mezzi. Immancabile nella tua visita tedesca, fu residenza di Federico II Hohenzollern e oggi è considerata patrimonio dell’Unesco. Lo stile rococò conquisterà il tuo senso artistico, tra maestosi giardini, aggraziate statue neoclassiche e arredamenti preziosi. Il complesso ha i suoi punti più interessanti nel Giardino Siciliano, nel Teatro, nella Friedenskirche, che accoglie le spoglie di re e imperatori prussiani, e nella Bildergalerie, un vero e proprio museo pittorico.

La porta di Brandeburgo

Immancabile in ogni tour berlinese che si rispetti, la porta risale al XVIII secolo ed è collocata proprio sul vecchio confine tra Berlino est e ovest, diventando così insieme al muro simbolo di separazione. Attualmente è l’unica porta cittadina ad essere sopravvissuta alle intemperie della storia. Sulla sommità potrai ammirare la bronzea Quadriga della Vittoria.

Berlino sotterranea

Parlare di Berlino, e più in generale di Germania, ci impone, anche durante un viaggio di piacere, una riflessione sugli orrori del secolo scorso. L’underwelten, i sotterranei appunto, hanno avuto molte funzioni nel corso del tempo, e sono tutti ravvisabili tramite molti e diversificati itinerari: si va dai tour sui rifugi antiaerei (i Dunkle Wenten, “mondi oscuri”), a quelli nelle stanze dedicate anticamente alla fermentazione della birra, dalle reti e i bunker utilizzati durante la guerra fredda al percorso che racconta tramite varie tappe il famoso Salto della Speranza di Conrad Schumann.

Vita notturna a Berlino, tra avanguardia e cultura

La spinta alla modernità e la voglia di avere un posto d’onore sul palcoscenico europeo, emergono anche dalla brulicante vita notturna. Soprattutto l’ex blocco orientale ha calcato il piede sull’accelerazione alla mondanità, diventando protagonista indiscusso di club, discoteche e festival. Le tendenze tipicamente berlinesi vedono sulla scena locali con musica funky per gli amanti del vintage, ma soprattutto elettro e techno, il cui exploit si ha dalla mezzanotte fino anche a mezzogiorno del giorno successivo nei week end: se sei alla ricerca di emozioni forti, non puoi non concederti una notte bianca all’insegna del divertimento. Ti segnaliamo in particolare lo Schoneburg, uno dei locali preferiti da David Bowie assieme al SO36. Molto in voga sono inoltre i teatri, dalle variegate programmazioni che vanno dal cabaret al più introspettivo Brecht. Simbolo dei contrasti di Berlino sono le ex fabbriche trasformate in discoteche alla moda, particolarissime nello stridore tra trascuratezza esterna e arredamento trendy interno. Una chicca è il Berliner Republik, che traspone il funzionamento della Borsa in una veste da pub: al suono della campanella si gareggia con altri clienti al prezzo più basso, in un’atmosfera sicuramente insolita e divertente.

Cosa e dove mangiare a Berlino, i ristoranti tipici

Città cosmopolita, Berlino offre ampia scelta di cucine internazionali. Tuttavia la regola del buon turista prevede di assaggiare almeno qualche pasto tipico del luogo. Per uno spuntino a pranzo veloce ti indirizziamo verso i tantissimi Imbiss, fast-food low cost aperti 24/24 dove potrai assaggiare il tipico curry wurst. Peculiarità berlinese sono inoltre le Kneipen, le taverne, che mettono a tua disposizione le famose birre tedesche tra cui la Berliner Weisse, e il caratteristico Apfelschorle, un mix di succo di mela e selz. I quartieri più ricchi di offerta mangereccia e vita giovanile sono sicuramente il Mitte, in pieno centro, e Prenzlauer Berg.

Perché visitare Berlino

La città è ricca di storia, una di quelle da non perdere se ne siete amanti, se volete vivere e respirare una città diversa dal solito, una capitale europea moderna e classica al tempo stesso, la più economica tra le grandi città del vecchio continente. Preparatevi ad essere colpiti al cuore da Berlino: una città che si ama, o si odia, senza vie di mezzo.

AMAZON MODA

SCONTI FINO AL 70%