pop guides

Madrid

la città dove s’impara a capire la vera Spagna.

Iniziamo questa breve guida su visitare Madrid con una famosa citazione dello scrittore Ernest Hemingway, acuto e profondo osservatore di popoli, luoghi e culture.
Madrid è probabilmente la città della Spagna più difficile da comprendere basandosi sulle impressioni: meno folklore rispetto alle altre, esprime tuttavia al meglio lo spirito nazionale.
Se Barcellona si fa bandiera di tutta la Catalogna, Madrid è certamente il perfetto stendardo nazionale. Sorta nel 1561 attorno ad una vecchia fortezza araba, diventa in pochissimi anni centro di potere e cultura del nuovo Impero. Città dai mille volti, Madrid sorge nell’altipiano della Nuova Castiglia, sulla valle del fiume Manzanares: è la capitale più alta d’Europa, per questo ti consigliamo di organizzare il tuo viaggio nelle stagioni più calde, dal momento che gli inverni sono piuttosto rigidi.
Per cominciare, vediamo come raggiungere la città dei Gatos (gli abitanti sono così soprannominati, gatti, per la forte inclinazione alla vita notturna) e le principali attrazioni assolutamente da non perdere a Madrid.

Visitare Madrid spendendo poco

Come spesso accade, raggiungere Madrid è molto più economico che viaggiare dentro i nostri confini nazionali. Compagnie aeree low cost come ad esempio Ryanair, Vueling ed Easyjet, offrono infatti voli a partire da 40 euro.
L’aeroporto Adolfo Suárez, Madrid-Barajas (dedicato al primo ministro dopo la dittatura di Franco) è collegato alla città tramite la linea 8 della metropolitana fino al capolinea Nuevos Ministerios; da lì con la linea 10 e poi la 1 arrivi in 45 minuti circa a Sol, il cuore di Madrid, e tutto il tragitto costa 4,50€.
Se non vuoi avventurarti nel cambio di troppe linee, l’azienda municipale dei trasporti collega i terminal 1, 2 e 3 con Plaza Colón tramite shuttle bus. Se hai intenzione di soggiornare a Madrid per qualche giorno, sono sicuramente convenienti i “mini abbonamenti”, acquistabili presso gli info point, i tabaccai o le macchinette automatiche: puoi scegliere tra il 10 Metrobus, con cui hai 10 corse metro all’interno della zona A cittadina (la più centrale) al costo di 9,30€, o il biglietto multiplo sempre da 10 corse, utilizzabile anche da più persone, che ti consente di girare per tutta la città al prezzo di 15€.

Dove alloggiare: hotel e appartamenti a Madrid



Prenota ora il tuo hotel a Madrid

Booking.com

Madrid è una delle capitali europee più visitate degli ultimi anni, primato che garantisce l’imbarazzo della scelta tra alberghi, ostelli e appartamenti.
Ti suggeriamo una sistemazione in centro città, come la suggestiva HRC Hotel , una struttura che si trova nel suggestivo quartiere “La Latina”, famoso per la nightlife e per i suoi tapas bar. L’hotel si trova nel centro storico della capitale iberica, a pochi minuti dal Parque de la Cornisa. Sempre in centro città c’è anche La Quinta de los Cedros, un albergo dalle atmosfere rinascimentali a pochissimi minuti da Plaza Colón, immerso nel verde.
Se ami gli ambienti più classici, il Victoria 4 è ideale: situato nel centro città, è un hotel dall’eccellente rapporto qualità – prezzo. L’edificio risale addirittura al 1850 e offre degli interni rinnovati e di grande eleganza.
Per chi adora gli ambienti più moderni, l’Eurostars Madrid Tower, al trentesimo piano della Torre Syv, ha una vista panoramica sulla città che lascerà senza fiato. Posizionato a soli 100mt dalla stazione metropolitana Begoña, costituisce un’ottima base per raggiungere facilmente i principali luoghi d’interesse cittadini.
Madrid offre inoltre moltissime soluzioni per case vacanze: non possiamo non consigliarti gli Apartamentos Goya 75, situato nel distretto di Salamanca, uno dei quartieri più prestigiosi della capitale spagnola , in posizione privilegiata dal punto di vista dei trasporti, con appartamenti decorati in maniera elegante e confortevole.
Se vuoi organizzare il tuo viaggio con un gruppo di amici, l’ostello Alhambra Suites potrebbe fare al caso tuo: posizione centrale, piazze e musei raggiungibili anche a piedi e stanze da letto con possibilità di ospitare sino a 6 persone. Infine tra gli appartamenti più graditi dai viaggiatori ci sono gli Apartamentos Juan Bravo, nel quartiere Salamanca, e gli Apartamentos El Capricho de Madrid nel quartiere Latina, nei pressi del Parque de San Isidro, appartamenti modernamente decorati e pavimenti con parquet.

Arte e cultura di Madrid

Piazze e parchi

Camminando da Piazza di Puerta del Sol, la cui antichissima porta volta a oriente risale al XV secolo, è facile percorrere tutto il centro di Madrid passeggiando per le tante vie che da qui si irradiano e conducono a siti iconici e imperdibili, come Plaza Mayor, tipicamente neoclassica e Plaza de Cibeles, la cui splendida fontana dedicata alla dea Cerere si deve proprio a due italiani.
Fiabesco e suggestivo il Parque del Buen Retiro, tra i cui punti d’interesse è doveroso citare la Rosaleda, un roseto che accoglie moltissime qualità di rose provenienti da molti giardini d’Europa, e il Bosco degli Scomparsi, quasi una piccola isola circondata da un fiume artificiale, i cui 192 alberi qui piantati sono simbolicamente dedicati alle altrettante vittime degli attentati terroristici del 2004.

Il triangolo d’oro dell’arte

I tre principali musei di Madrid, il Prado, il Thyssen-Bornemisza e il Reina Sofia sono disposti a pochi passi l’uno dall’altro a formare quello che viene definito il triangolo d’oro dell’arte.
Il Museo del Prado è una delle pinacoteche più grandi del mondo, e ospita opere di tantissimi artisti, anche italiani come Mantegna, Tiziano e il Parmigianino, ma i nomi che sicuramente costituiscono un unicum sono quelli di Goya, del quale potrai ammirare famosissimi quadri neri, Murillo e Velázquez.
Non dimentichiamo anche importanti opere fiamminghe come quelle di Rubens e Brueghel, e molti quadri della scuola tedesca. Insomma, un itinerario completo della storia figurativa d’Europa che consta di circa 7mila quadri disposti su tre piani, con stanze interamente dedicate ai principali artisti.
Il biglietto intero costa 14€, ma è gratuito dal lunedì al sabato dalle 18:00 alle 20:00 e la domenica dalle 17:00 alle 19:00, e senza limitazione di fascia oraria per i minorenni, per gli studenti della comunità europea under 25 e per gli over 65.
Il Museo Thyssen-Bornemisza è stato inaugurato piuttosto recentemente, nel 1992, e nasce dalla collezione privata dell’omonima famiglia. Sono presenti oltre 1600 dipinti, dai fiamminghi Van Eyck e Durer al nostro Caravaggio, dai francesi Degas e Monet all’olandese Van Gogh. Il museo è aperto tutti i giorni, ed è gratuito il lunedì dalle 12:00 alle 16:00, dal martedì alla domenica dalle 10:00 alle 19:00.
Le collezioni del Museo Nazionale Reina Sofia sono incentrate sul ‘900 spagnolo. Punta di diamante è infatti la famosissima e drammatica Guernica di Picasso, al cui genio è dedicata un’intera sala. Altro fiore all’occhiello sono le iconiche tele di Salvador Dalì, e tutto il percorso delle avanguardie del XX secolo. Il museo è chiuso il martedì e il biglietto costa 6€; si entra gratis il sabato dalle 14:30 fino alle 21:00 e la domenica dalle 10:00 alle 14:30.


La movida madrileña: la nightlife e cosa fare a Madrid di notte

La magia di Madrid esplode a mezzanotte. È la nightlife la vera peculiarità dei madrileni, che inizia attorno alle 19 da Plaza Dos de Mayos, con il tradizionale giro dei tapas bar, locali che offrono come aperitivo una gran varietà di piatti spagnoli, accompagnati da un bicchiere di sangria o birra.
Se vuoi calarti nella vera vita di Madrid, il giro prevede la visita di almeno 14 tapas bar. Uno dei ristoranti più famosi è il Corral de la Moreria, che ha ospitato personaggi come Che Guevara e J.F. Kennedy, imperdibile per il suo caratteristico spettacolo di flamenco. E a proposito di spettacolo, ti segnaliamo anche la Casa Lucio, le cui specialità sono le angùlas, anguille neonate in salsa d’aglio.
Ma lo spirito nottambulo del cittadino di Madrid si manifesta appieno nei tantissimi after hour, club aperti all’alba, perfetti per gli irriducibili che amano vedere il sorgere del sole. Le ore che vanno dalla mezzanotte al mattino sono chiamate di madrugada, letteralmente alba, in cui tutto è concesso. Non puoi non provare almeno una volta nella vita questo suggestivo tour, in cui la notte abbraccia il giorno, la città accoglie i turisti e tutto si mischia in un sottofondo brulicante di vita e fervore giovanile. Se non conosci nessun autoctono che possa guidarti, niente paura: la Night Travel Service, un’agenzia privata, organizza per te la perfetta notte madrileña. Sarai prelevato in albergo e condotto a cena, in un tablao flamenco, e infine in giro per club sino alle sei del mattino.
Ma a Madrid c’è chi pensa anche a chi non ha grosse somme da spendere in movida: è nato qui infatti il movimento del Botellòn, ossia gruppi di giovani che passeggiano per le avenidas e i paseos (le strade) consumando bevande acquistare a pochi euro nei supermercati. Un modo insomma economico per godere di compagnia, aria fresca, divertimento e drink. Lo spirito madrileño sta proprio qui, nella vita spremuta in ogni attimo, mandando la luna a dormire: “Qui a Madrid nessuno va a letto prima di avere ucciso la notte”, ci avvisa Hemingway, e non puoi certamente lasciare la città senza aver vissuto una notte bianca.

Attività da non perdere a Madrid


Perché visitare Madrid: in conclusione

Madrid insomma è la meta ideale per chiunque, come il boom turistico dei recenti anni dimostra. Che tu voglia immergerti nella cultura europea dal Barocco alle Avanguardie, o che cerchi divertimento e relax, questa straordinaria capitale si offre generosamente alle tue esigenze in tutte le sue mille sfaccettature. Non ti resta che buttarti e immergerti nel colore e nel calore della più magica città iberica.

AMAZON MODA

SCONTI FINO AL 70%